Collezione Giuseppe Iannaccone

Opera

Banksy, Ballerina with Action Man Parts, 2005, scultura in resina dipinta, 31 × 18 × 20 cm

BIografia

Banksy

Banksy, o meglio questo è lo pseudonimo usato dallo Street Artist britannico, è un guerrigliero metropolitano armato di bombolette. Nessuno conosce la sua vera identità. Si è convinti si chiami Robert Banks e che sia nato in un paese vicino a Bristol nel 1974. I suoi interventi hanno luogo per strada-graffiti, stencil, installazioni seminati sui muri dei palazzi, nei parchi – oppure, furtivamente in spazi consacrati all’arte e alla cultura come il Moma, il Brooklyn Museum, il Museum of Natual History, British Museum di Londra, Tate Britain Gallery Londra. L’artista camuffato con impermeabile, barba posticcia e cappello, piazza le sue tele in mezzo alle opere della collezione del museo, eludendo la sorveglianza. I quadri clandestini si mimetizzano con il contesto per temi e stile, a parte degli improbabili dettagli: una finta latta di zuppa warholiana, una dama d’altri tempi con maschera antigas sul viso, un nobiluomo del ‘700 con bomboletta spray in mano, un coleottero mutante travestito da bombardiere. L’azione ludica e dissacratoria di Banksy, svela un chiaro atteggiamento critico nei confronti delle istituzioni museali, simbolo del sistema socio economico che vuole l’opera uno status symbol per pochi privilegiati danarosi. Le sue false tele si mischiano a quelle vere, innescando un buffo corto circuito dentro i barricatissimi templi dell’arte ufficiale. Straordinarie anche le sue sculture: pezzi satirici misti di cultura, politica ed etica come quelli in Collezione Iannaccone: una Ballerina “Me ne sono innamorato – dice Iannaccone – perché, al di là della provocazione, è un canto alla purezza fatalmente inquinata della volgarità” e un topo con lo zaino grinzoso (pieno di spray per dipingere e stencil) e il cappellino al rovescio e un grande pennello sporco di pittura rosa: dichiaratamente un suo autoritratto.

Opere Correlate

Artista: Banksy

Banksy
Bronze Rat, 2006

Geografia: Regno Unito Mostra tutte le opere (27)

Charles Avery
Skull of Minuso, 2007

Charles Avery
Untitled (Empiricist), 2009

Charles Avery
Untitled (Feeding the Gulls), 2007

Charles Avery
Untitled (The Eternity Chamber), 2007

Charles Avery
Untitled (Girl Feeding Gulls), 2008

Movimento: Street art

Banksy
Bronze Rat, 2006

Ron English
Coulorphobic Clown, 2011

Os Gêmeos
Untitled (O Pai, o mae, …), 2008

Swoon
Switchbanck Sister, 2009

Swoon
Alixa and Naima, 2011

Tema: Ballerine

Arnaldo Badodi
Ballerine, 1938

Luigi Broggini
Ballerina, 1938

Tecnica: Scultura Mostra tutte le opere (34)

Charles Avery
Skull of Minuso, 2007

Charles Avery
Untitled (Empiricist), 2009

Banksy
Bronze Rat, 2006

Luigi Broggini
Testa di ragazzo, 1932-1935

Luigi Broggini
Figura al sole, 1938-1939

Opera

Banksy, Bronze Rat, 2006, scultura in bronzo e vernice rosa, 25 × 12 × 30 cm

BIografia

Banksy

Banksy, o meglio questo è lo pseudonimo usato dallo Street Artist britannico, è un guerrigliero metropolitano armato di bombolette. Nessuno conosce la sua vera identità. Si è convinti si chiami Robert Banks e che sia nato in un paese vicino a Bristol nel 1974. I suoi interventi hanno luogo per strada-graffiti, stencil, installazioni seminati sui muri dei palazzi, nei parchi – oppure, furtivamente in spazi consacrati all’arte e alla cultura come il Moma, il Brooklyn Museum, il Museum of Natual History, British Museum di Londra, Tate Britain Gallery Londra. L’artista camuffato con impermeabile, barba posticcia e cappello, piazza le sue tele in mezzo alle opere della collezione del museo, eludendo la sorveglianza. I quadri clandestini si mimetizzano con il contesto per temi e stile, a parte degli improbabili dettagli: una finta latta di zuppa warholiana, una dama d’altri tempi con maschera antigas sul viso, un nobiluomo del ‘700 con bomboletta spray in mano, un coleottero mutante travestito da bombardiere. L’azione ludica e dissacratoria di Banksy, svela un chiaro atteggiamento critico nei confronti delle istituzioni museali, simbolo del sistema socio economico che vuole l’opera uno status symbol per pochi privilegiati danarosi. Le sue false tele si mischiano a quelle vere, innescando un buffo corto circuito dentro i barricatissimi templi dell’arte ufficiale. Straordinarie anche le sue sculture: pezzi satirici misti di cultura, politica ed etica come quelli in Collezione Iannaccone: una Ballerina “Me ne sono innamorato – dice Iannaccone – perché, al di là della provocazione, è un canto alla purezza fatalmente inquinata della volgarità” e un topo con lo zaino grinzoso (pieno di spray per dipingere e stencil) e il cappellino al rovescio e un grande pennello sporco di pittura rosa: dichiaratamente un suo autoritratto.

Opere Correlate

Artista: Banksy

Banksy
Ballerina with Action Man Parts, 2005

Geografia: Regno Unito Mostra tutte le opere (27)

Charles Avery
Skull of Minuso, 2007

Charles Avery
Untitled (Empiricist), 2009

Charles Avery
Untitled (Feeding the Gulls), 2007

Charles Avery
Untitled (The Eternity Chamber), 2007

Charles Avery
Untitled (Girl Feeding Gulls), 2008

Movimento: Street art

Banksy
Ballerina with Action Man Parts, 2005

Ron English
Coulorphobic Clown, 2011

Os Gêmeos
Untitled (O Pai, o mae, …), 2008

Swoon
Switchbanck Sister, 2009

Swoon
Alixa and Naima, 2011

Tema: Autoritratto Mostra tutte le opere (26)

Arnaldo Badodi
Il suicidio del pittore, 1937

Gianfranco Ferroni
Io seduto nella stanza - in penombra, 1977

Gianfranco Ferroni
Autoritratto seduto a terra, 1978-1980

Gianfranco Ferroni
Autoritratto , 1989

Francesco Gennari
Autoritratto con, 2006

Tecnica: Scultura Mostra tutte le opere (34)

Charles Avery
Skull of Minuso, 2007

Charles Avery
Untitled (Empiricist), 2009

Banksy
Ballerina with Action Man Parts, 2005

Luigi Broggini
Testa di ragazzo, 1932-1935

Luigi Broggini
Figura al sole, 1938-1939